Come dimagrire velocemente

Dimagrire in maniera veloce e sicura è possibile, seguendo delle semplici e chiare regole. Alimentarsi con cibi sani e fare attività fisica dovrebbe essere un impegno da mantenere nel tempo per non rischiare di recuperare i chili persi. Ecco cosa fare e quali alimenti scegliere.

Con l'estate arriva la temuta "prova costume". Si esce dalla stagione invernale, solitamente caratterizzata da uno stile di vita indolente e si rende quasi necessario perdere quei chili di troppo.  Va sottolineato che quando si decide di perdere peso, si deve essere certi che non vi siano cause genetiche, fisiologiche o patologiche dietro un sostanziale aumento di adipe. Supponendo , quindi, di essere in buona salute,  le cause che portano ad ingrassare possono essere:

  • scorrette abitudini alimentari
  • uno stile di vita sedentario
  • pasti disordinati
  • sbagliate associazioni di cibo.

In questo articolo si daranno alcuni consigli per armonizzare la nostra  silhouette  e per perdere qualche chilo. Si premette, per correttezza, che quando si parla di "dimagrimento veloce" lo si intende nel limite massimo di 4 chili al mese e di un semplice ritorno ad una forma fisica ottimale.  Se si devono perdere molti chili e si ha anche il solo sospetto di avere qualche problema di salute, è bene rivolgersi ad uno specialista, dietologo o nutrizionista. Le diete "fai da te" possono solo offrire un palliativo al problema e recare persino danni fisici. 

Tornare in forma comporta dei sacrifici, ma senza esagerare, aiuntandosi con lo sport e una corretta alimentazione

(Credit foto: nummy formy tummy

L'importanza dell'aspetto emotivo

Sembrerà marginale, eppure le motivazioni che ci inducono a perdere peso sono importanti per il raggiungimento di un risultato duraturo.  Non si deve dimagrire esclusivamente per una questione estetica, meno che mai solo per piacere agli altri. Lo si deve fare per noi stessi, per la salute. È bene, inoltre, porsi degli obiettivi realistici e essere pronti ad un impegno a lungo termine.

Si deve essere consapevoli che sovrappeso e obesità aumentano il rischio di diverse patologie, come il diabete, artriti e vari problemi cardiaci. Avere il giusto peso-forma e riuscire a mantenerlo significa avere effetti positivi anche nella qualità della vita. Si dorme meglio e si riposa più a lungo. Si riesce ad essere più rilassati, più forti ed agili. Se si considera la dieta come uno stile di vita e non come una "corsa alla perdita di peso a scadenza", sarà più difficile che i chili persi ritornino.   

Quando si superano certi limiti di peso è bene provvedere a ritrovare il peso forma per il nostro benessere psicofisico

(Credit foto: Flickr/ TipsTimesAdmin

Il cibo , un nostro alleato

Il cibo è una fonte di energia. Mangiare serve al nostro organismo per funzionare e per mantenersi. Esso rappresenta la "benzina" del nostro corpo, per cui è sbagliatissimo digiunare o imporsi diete drastiche. Si deve semplicemente mangiare correttamente.

L'energia è fatta dalle calorie e ognuno di noi ha bisogno di una certa quantità di calorie al giorno, detto "fabbisogno calorico".  Esso dipende da diversi fattori:

  • sesso
  • età
  • costituzione
  • metabolismo
  • tipo e durata dell'attività nell'arco della giornata

Gli uomini, ad esempio, hanno bisogno di più energia delle donne e i bambini più degli adulti. Allo stesso modo un lavoro sedentario porterà a consumare meno calorie di uno dinamico. Poiché le variabile sono tante, sarebbe opportuno valutare caso per caso.  

Due le regole generali per dimagrire: una buona dieta, associata ad una vita più regolare, ed esercizio fisico costante e mirato. Cibo sano e fitness sono gli unici modi per perdere peso in maniera corretta e duratura. 

Per dimagrire in modo corretto si devono scegliere alimenti sani nelle giuste quantità

(Credit Foto : Huff Post) 

Alimenti giusti e quelli sbagliati

Premettendo che in linea di massima nessun cibo vada demonizzato (disprezzato/disdegnato), poiché una valida dieta punta sulla varietà e comprende quelli provenienti da tutte le categorie alimentari, è bene vedere cosa vada preferito, cosa assunto con moderazione e cosa eliminato.

Senza esagerare, se doveste avere una voglia abnorme di un  alimento specifico concedetevene una piccola porzione. Non cercate di soddisfarle mangiando spropositatamente un altro cibo.

La colazione è fondamentale: non saltatela! Indispensabile per supportare la giornata. Puntate su alimenti sani e salutari  e possibilmente cibi idratanti, che contengono liquidi e conferiscono sazietà. A biscotti e fette biscottate (non dolci né di farina bianca) prediligere pane integrale, cereali accompagnati da latte scremato o parzialmente scremato.

Il pane e la pasta vanno consumati con discrezione. In particolare il pane andrebbe assunto quando il cibo richiede il suo accompagnamento.

Preferire frutta, verdura e cereali, ricchi di fibre, vitamine (A, C, E) e sali minerali (potassio) ma con poche calorie e  possibilmente non lavorati. A pranzo, per quanto riguarda i primi, scegliete brodi, stufati, minestroni, zuppe alla pasta asciutta poiché oltre a fornire fibre offrono una maggiore percentuale di liquidi.

Per quanto riguarda la frutta sarebbe opportuno consumarla lontano dai pasti principali, magari come spuntino da fare a metà mattina e metà pomeriggio. Questo consente di non aggiungere calorie a pranzo/cena, di favorire l'assimilazione dei suoi principi, di migliorare la digestione e soprattutto di dare un senso di sazietà.

Per quanto riguarda la verdura, è bene sia sempre presente. Siccome contengono meno zuccheri si possono mangiare porzioni più grandi. Anche l'eccesso di fibre può essere controproducente, poiché si potrebbe alterare l'assorbimento intestinale. Poiché le vitamine si possono disperdere nella cottura, si dovrebbe mangiare circa la metà dell'apporto di verdura cruda.  

I grassi impiegati per il condimento non dovrebbero supera i 10g per pasto. Naturalmente sono meglio i condimenti light e gli oli vegetali, ricchi di lipidi, acidi grassi essenziali e vitamine liposolubili.

Yogurt e latte, che apportano calcio e riboflavina, dovrebbero essere scremati e senza zuccheri aggiunti. Andrebbero consumati soprattutto a colazione o durante gli spuntini.

Moderate gli alcolici. L'alcol è fonte di energia ma anche di calorie. Ogni grammo di alcol corrisponde a 7 calorie, per cui una birra leggera o un bicchiere di vino sono circa 100 calorie.

Evitare il più possibile: salumi grassi, cibi in scatola, dolci, formaggi, cibi fritti, dolcificanti, i cosiddetti "cibi spazzatura" (snack salati e dolci, fast-food, ecc.).

Per dimagrire in maniera "più veloce" in genere consigliano questa ripartizione:

Proteine tra 0,8 e 1,5 g per kg di peso. Quelle di origine animale non dovrebbero superare 1/2 . Fondamentali per l'organismo si trovano in alimenti come : carne, pesce, legumi secchi e uova.

Lipidi/grassi circa il 25/30 % e prevalentemente di origine vegetale (perché grassi insaturi). Si trovano in cibi come burro, olio, formaggi stagionati.

Carboidrati di cui circa il 10/16 % semplici. Si trovano in alimenti quali pane, pasta, riso, cereali, barbabietole.

Oltre a scegliere i giusti alimenti, si devono saper dividere nell'arco della giornata per apportare la giusta quantità di calorie

(Credit foto: Pixabay

Altri consigli per perdere peso

Bere molta acqua. Se si beve prima e dopo i pasti si diminuisce lo stimolo della fame e fa bene all'organismo.  Buona norma sarebbe bere un grosso bicchiere di acqua prima di pranzo e cena.

Non saltare i pasti e cenare possibilmente per le 20. Diminuire le porzioni, mangiando piatti più piccoli.

Mangiare lentamente. Masticare bene e piano oltre a favorire la digestione fa sì che  ci si senta sazi prima. Il cervello, infatti, cessa di inviare lo stimolo della fame dopo 20 minuti che lo stomaco si è riempito.

Fare attenzione a cosa si mangia o si beve, leggendo le etichette. Un succo di frutta dolcificato, pur sembrando più sano, contiene circa 200 calorie.

Seguire una dieta povera di grassi e colesterolo. Le calorie derivare dai grassi non dovrebbero essere più del 30%. 

L'attività fisica è importante per perdere peso e tonificare i muscoli

 (Credit foto: Wikimedia commons /Ronnie Macdonald)

Attività fisica amica della linea e della salute

L'attività fisica oltre a rendere più tonici, fa consumare energia e quindi calorie. Correre o camminare velocemente almeno mezz'ora al giorno. Fare, comunque, un esercizio mirato attraverso attività aerobiche svolte regolarmente. Si deve tener presente che la quantità di calorie bruciate dipende dalle caratteristiche dell'attività fisica: dalla frequenza, dalla lunghezza e dall'intensità. Chi, inoltre, ha massa muscolare consuma più calorie. Maggiore è la massa muscolare, maggiore è la quantità di calorie bruciate durante lo sport.

Senza sostituirsi allo specialista, che andrebbe sempre consultato, in linea generale questi sono i parametri da seguire per poter perdere peso e restare in forma. D'altra parte tanto le corrette abitudini alimentari quanto lo sport dovrebbero essere seguite quotidianamente per tutto l'arco della nostra vita, mangiando sano senza rinunciare a qualche "peccao di gola".

Fonti: Farmaco e cura / My personal trainer

loading...
Dott.ssa Silvia Pasquariello

Articolo letto 624 volte

  • Come accelerare il metabolismo

    Perdere peso non è sempre facile. Comportano sempre dei sacrifici, ma ci sono dei metodi per perdere chili in eccesso più facilmente e velocemente: accelerando il metabolismo. Attraverso semplici accorgimenti è [...]

  • Come smettere di fumare

    Smettere di fumare non è facile ma neanche impossibile. Uscire dalla morsa del tabagismo, dalla dipendenza della nicotina si può attraverso diverse strategie e una salda volontà. In soccorso non solo gruppi di [...]