Come fare il pane senza lievito

Il pane azzimo viene preparato senza ingredienti che generano la fermentazione, come ad esempio il lievito, il bicarbonato, l'albume dell'uovo montato. Nella religione cristiana assume un ruolo importante ed è usato nel sacramento della Comunione.

Il pane azzimo o azimo (dal greco aζuμη = senza lievito) è una tipologia di pane che viene preparata come gli altri, ovvero con farina di cereali e acqua, ma senza aggiunta di lievito e del tutto privata del processo di fermentazione. In passato si preparava con la farina integrale e si cuoceva sulla cenere calda o su pietre bollenti. Poi con l'invenzione dei forni e la scoperta del lievito, il pane ha avuto la sua evoluzione. Ma l'uso del pane azzimo continua ad essere ancora diffuso in alcune regioni italiane, oltre che avere una valenza importante sia nella religione ebraica che in quella cristiana.

Il giorno seguente alla Pasqua ebraica prende nome di Primo giorno degli Azzimi ed indica l'inizio di una festività della durata di sette giorni. Sia il primo che l'ultimo giorno in passato erano ricorrenze sante: i credenti si riunivano ed offrivano i doni al Signore. Questo periodo veniva considerato sacro e gli israeliani decisero di eliminare ogni ingrediente lievitante dalle proprie abitazioni. I devoti mangiavano, dunque, pane azzimo ogni giorno durante la settimana di festa.

Il pane senza lievito è propriamente detto pane azzimo

Pane azzimo – Ingredienti

  • 300 g di Farina
  • 2 cucchiai da tavola di Burro o di Olio
  • 3 grosse Uova
  • 120 ml di Acqua o Latte
  • 1 cucchiaino di Sale

Passiamo alla preparazione, che risulta sicuramente più semplice rispetto a quella del pane tradizionale. Mescoliamo farina e sale in una zuppiera in modo da amalgamarli per bene. Poi montiamo le uova e l'olio e aggiungiamo questa miscela agli ingredienti secchi (farina e sale).  Aggiungiamo il latte e montiamo il tutto per due o tre minuti in modo che la miscela sia abbastanza liscia. Versiamo il composto in tre pirofile da forno: dovranno essere quadrate ed unte. Cuociamo per una ventina di minuti ad una temperatura di 230°C.

Il risultato sarà davvero gustoso: il pane azzimo spesso viene utilizzato come piadina.

 Piadine con pane azzimo: gli ingredienti e la ricetta

  • 1 pacchetto di lievito secco attivo ( 2 cucchiaini e 1/4)
  • 220 g farina
  • 1 cucchiaino di sale
  • 180 ml di acqua tiepida
  • 1 cucchiaino di olio d'oliva

Mescoliamo farina e sale in una ciotola, poi aggiungiamo acqua e amalgamiamo il tutto finché l'impasto non assume una forma a palla. Impastiamo il composto su un tavolo che cospargiamo di farina in modo che l'impasto non si attacchi. La farina va messa anche sulle mani. Poi prendiamo una ciotola e la ungiamo; all'interno mettiamo l'impasto, lo copriamo con uno strofinaccio e lo lasciamo per un'ora a lievitare. Il volume dell'impasto dovrebbe raddoppiare. Pressiamo l'impasto per rompere le bolle d'aria e lo lavoriamo. Dividiamo poi il composto in piccole parte e conferiamo loro una forma arrotondata con la grandezza di una pallina da golf. Con un mattarello stendiamo questi cerchi per uno spessore di 3,2 millimetri e poi li cuociamo in una padella senza olio. Li facciamo cuocere per un minuto e procediamo allo stesso modo per l'altro lato. Le piadine sono pronte per essere servite.

Consigli per preparare il pane azzimo in casa

  1. Per evitare che il pane si attacchi alla teglia, dobbiamo ungerla e infarinarla prima di metterla in forno.
  2. Nel corso della cottura, bisogna controllare più volte affinché il pane non si cuocia troppo. In quel caso sarà duro e troppo friabile.
  3. È possibile aggiungere sapori diversi al pane azzimo, provando a spalmare formaggio o miele.
  4. Se vogliamo un pane azzimo dolce, possiamo aggiungere una spolverata di zucchero e cannella.
  5. La piadina può essere servita con verdure, salumi e pesto.
  6. Se non abbiamo un'impastatrice, usiamole mani o un cucchiaio di legno per amalgamare il composto.
  7. L'impasto può essere diviso sia in parti grandi che piccole in base a quante porzioni vogliamo preparare e ai gusti. La cosa importante è assicurarsi che lo spessore sia di 3,2 mm in modo che le varie parti cuociano correttamente 
loading...
Dott.ssa Tiziana Casciaro

Articolo letto 580 volte

  • Come fare i muffin

    La loro storia è secolare. Sembra che le prime ricette per realizzare muffin risalgano al '700 e siano state realizzate in Inghilterra anche se diverse fonti parlano di ricette create in Germania.

  • Come fare i pancake

    Se non avete mai avuto l'occasione di assaggiare un pancake, oppure li avete assaggiati e ora non sapete fare a meno di gustarli a colazione o per una pausa golosa, provate a farli in casa: la ricetta è molto [...]

  • Come apparecchiare la tavola

    La società moderna ha imposto l'uso diffuso di stoviglie di plastica. Sono usa e getta, si risparmia tempo e poi "ormai li usano tutti". Se proprio non volete rinunciare alla praticità, mettete un tocco diverso [...]