Come fare il sushi in casa: la ricetta per un gustoso futomaki

Come fare il sushi in casa: complicato? Di certo non alla porta di tutti, ma non per questo bisogna scoraggiarsi! Il segreto è nella corretta realizzazione del riso, da cui partire per realizzare qualunque variante di sushi. Ecco come procedere per preparare in casa il sushi Futomaki.

Preparare il sushi in casa non è di per sé un'operazione troppo complicata, ma richiede l'impiego di una serie di attrezzi e prodotti poco diffusi in Italia nonché di alcune accortezze durante la preparazione, onde evitare di incappare in rischi per la salute. Cosa fondamentale a cui stare molto attenti è la scelta del pesce, da acquistare solo se siamo certi che questo sia stato preventivamente abbattuto, ovvero tenuto in congelatore a -20/-30 gradi per almeno 24 ore; se così non fosse, il parassita anisakis spesso presente nel pesce potrebbe essere vivo, e dunque contagiarci con rischi non indifferenti per la salute. Ma niente paura, se trattato bene il pesce crudo non è dannoso! Ecco come preparare il sushi in casa.

Sushi

Come preparare il sushi in casa: ingredienti

Del sushi esistono molteplici varianti ognuna delle quali si caratterizza per ingredienti diversi, ma tutte partono da un'unica base costituita dalla corretta preparazione del riso; la variante di sushi che presentiamo oggi è la "Futomaki", una delle più conosciute ed apprezzate dagli amanti della cucina giapponese. Ecco gli ingredienti necessari per il riso:

  • 500 g di riso per sushi (Gohan, Nishiki, Kome o qualunque altra varietà riusciate a trovare)
  • 150 ml di aceto di riso
  • 60 g di zucchero
  • Sale 5 g

Per realizzare il Futomaki avremo invece bisogno di questi ingredienti (misure riferite ad un singolo rotolo):

  • 15 g di surimi
  • 15 g di cetrioli
  • 15 g di avocado maturo
  • 1 bastoncino di tonno o salmone
  • 1 foglia di alga nori
  • 12 g di uova di lompo o pesci simili
  • Wasabi q.b. (opzionale)

Come fare il sushi Futomaki: occorrente

Nella preparazione del sushi futomaki – e nel sushi in generale – sono necessari una serie di utensili tradizionali, non proprio facili da trovare ma comunque presenti sul mercato. Dovremo procurarci:

  • Hangiri – vaschetta di legno (sostituibile con altro recipienti NON di metallo)
  • Stuoia di bambù
  • Shamoij (sostituibile con mestolo di legno)
  • Coltello molto affilato
  • Ventaglio (opzionale)
Riso per sushi

Come fare il riso per il sushi: procedimento

Procurato l'occorrente specifico e i giusti ingredienti, procediamo con la preparazione del sushi. Per prima cosa partiamo dalla preparazione del riso, da lavare preventivamente in maniera molto accurata. Dopo averlo sciacquato accuratamente, lasciamolo in ammollo per 15/20 minuti. Trascorso questo tempo, scoliamo il riso e lasciamolo a riposo nel colino per un altro quarto d'ora.

Ora poniamo il riso in una pentola formando uno strato uniforme, e aggiungiamo a filo l'acqua fino a coprirlo completamente. Mettiamolo sul fuoco a fiamma media, copriamo la pentola con un coperchio e lasciamolo cucinare; non aprire il coperchio finché non si sente il rumore del bollore.

Quando il riso starà bollendo, togliamo il coperchio e lasciamo la pentola sul fuoco per 5 minuti, poi rimettiamo il coperchio e lasciamo cuocere il tutto per altri 10 minuti a fiamma bassa. Spegniamo e lasciamo riposare per 10 minuti senza togliere il coperchio.

Da parte, versiamo l'aceto di riso in un pentolino con sale e zucchero; facciamo riscaldare finché lo zucchero non sarà sciolto, senza far bollire. In seguito lasciamo raffreddare.

Nel frattempo, prendiamo l'hangiri e bagniamolo con acqua fredda, poi tamponiamolo con uno strofinaccio. Ora versiamoci il riso all'interno appiattendolo senza schiacciare con il shamoij, e versiamoci sopra uniformemente l'aceto di riso precedentemente preparato. Smuoviamolo un po'.

In ultimo, raffreddiamo il riso con l'ausilio di un ventaglio (o altro oggetto utile allo scopo) facendolo arrivare a temperatura ambiente. A questo punto non ci resta che coprirlo con un canovaccio umido e lasciarlo a riposo.

Come preparare il sushi Futomaki

Sushi Futomaki

Pronto il riso, procediamo con la preparazione del sushi Futomaki. Apriamo la stuoia di bambù e poggiamo una foglia di alga nori. Con le mani appositamente bagnate in acqua e aceto di riso, preleviamo la quantità di riso di cui abbiamo bisogno (100g andranno bene) e stendiamola sull'alga. Durante la stesura lasciamo liberi un paio di cm sul bordo superiore dell'alga.

Se vogliamo, stendiamo al centro del riso poco wasabi, che renderà il sushi piccante. Sempre al centro del riso, stendiamo una striscia di uova di lompo.

Tagliamo a striscioline di circa 1 cm il surimi, l'avocado, il tonno (o salmone) e il cetriolo, e disponiamoli al centro del riso come meglio crediamo. In alternativa a questi, possiamo farcire il Futomaki con altre verdure a nostra scelta, mettendone sempre almeno 4 diverse per rotolo.

Arrotoliamo la stuoia delicatamente, senza comprimere troppo il riso e gli altri ingredienti. La striscia di alga lasciata scoperta servirà per meglio chiudere il sushi. Modelliamo bene il Futomaki premendo la stuoia con le mani.

Per finire, togliamo il sushi dalla stuoia e spingiamo verso l'interno l'eventuale riso fuoriuscito. Ora non ci resta che bagnare la lama di un coltello molto affilato in acqua e aceto di riso, e tagliamo in fette di uguale dimensione il Futomaki ottenuto.

loading...
Vito Tricarico

Articolo letto 1.101 volte

  • Come fare i muffin

    La loro storia è secolare. Sembra che le prime ricette per realizzare muffin risalgano al '700 e siano state realizzate in Inghilterra anche se diverse fonti parlano di ricette create in Germania.

  • Come fare i pancake

    Se non avete mai avuto l'occasione di assaggiare un pancake, oppure li avete assaggiati e ora non sapete fare a meno di gustarli a colazione o per una pausa golosa, provate a farli in casa: la ricetta è molto [...]

  • Come apparecchiare la tavola

    La società moderna ha imposto l'uso diffuso di stoviglie di plastica. Sono usa e getta, si risparmia tempo e poi "ormai li usano tutti". Se proprio non volete rinunciare alla praticità, mettete un tocco diverso [...]