Come trovare lavoro

Una volta realizzato un buon curriculum, ecco che il problema fondamentale è quello di capire a chi e come farlo arrivare. Oggi esistono molte più possibilità di inoltrare il nostro curriculum grazie allo sviluppo delle tante agenzie online che raggruppano offerte e ricerche di lavoro. Come primo passo quindi, il consiglio è quello di registrarsi ad alcune di queste agenzie online che danno l'opportunità, gratuitamente, di registrarsi e di inserire il proprio curriculum.

Lo so, in questi anni trovare lavoro non è cosa semplice. In molti casi è addirittura impossibile, anche se si è in possesso di una buona preparazione culturale, tecnica e professionale. La crisi economica, la situazione geopolitica internazionale, le imprese il cui volume di lavoro cala di mese in mese. Sono tutti elementi tangibili che non danno troppe speranze, eppure, anche in una situazione come quella che si palesa ormai da anni, è bene tenere a mente che è necessario innanzitutto non demordere nella ricerca e anche, sapere come muoversi, per non rischiare di perder solo tempo ed energia.

Vediamo insieme come fare e di cosa si ha necessità quando si è in cerca di lavoro

Il primo consiglio, fondamentale, è quello di realizzare un buon curriculum. Purtroppo, sono ancora molte le persone, sia giovani sia adulte, che dedicano poco spazio e attenzione alla stesura del proprio curriculum vitae, eppure è un elemento cui prestare la massima attenzione. E' il nostro biglietto da visita, quello che ci condurrà – con un poco anche di fortuna – al tanto atteso appuntamento di selezione.

Tenete a mente questa regola: sintesi, stile, coerenza. Se la applicherete, avrete compiuto il primo e più importante passo: quello di far leggere davvero il vostro prezioso documento alla persona che lo riceverà, solitamente il responsabile delle risorse umane dell'azienda o dell'attività commerciale o professionale cui vi state proponendo.

Il curriculum ideale non deve superare le due cartelle

La lettura deve essere agile ed è necessario che chi lo legge non debba impazzire per capire dove trovare le informazioni che interessano davvero il selezionatore.

Partite sempre con le vostre generalità: nome e cognome, quando e dove siete nati, residenza e domicilio (se diverso dalla residenza) recapito telefonico e mail.

Dopo le generalità, elencate gli studi effettuati, scrivendoli in ordine cronologico partendo dalle superiori, eventuali studi accademici, eventuale votazione di laurea e titolo della tesi, eventuali dottorati e Master, se ne avete seguiti. Scrivete anche in quali istituti avete studiato.

Lingue straniere: elencate quali conoscete e mi raccomando…Siate sinceri sul livello di conoscenza! Ricordate che millantare titoli e capacità serve solo, nel caso in cui aveste la fortuna di essere selezionati, a far scoprire al vostro datore di lavoro che ci avete marciato e che no, non sapete proprio parlare "fluentemente" in Inglese o Francese. Sappiate che è molto meglio essere sinceri e magari scrivere "Ho molta volontà di imparare" che prendere in giro l'interlocutore.

Finito di scrivere il vostro curriculum studiorum, passate alle esperienze lavorative. Se siete molto giovani e non avete granché da raccontare, inserite eventuali stage o anche, periodi di volontariato che avete realizzato: fanno capire al selezionatore che tipo di persona siete e se avete volontà di fare.

Nel caso in cui abbiate invece un corposo pregresso lavorativo, elencate le vostre esperienze citando le aziende con cui avete lavorato, in che periodo e, cosa da tenere a mente, evidenziando come il vostro apporto ha effettivamente migliorato il settore in cui avete lavorato.

In ultimo, parlate di voi stessi ma sinteticamente. Non dovete scrivere quanto vi piaccia andare al mare o in discoteca. Piuttosto, fate sapere a chi legge se avete uno o più hobby, cosa leggete, se vi interessate di politica o se preferite viaggiare e anche, un breve elenco delle vostre peculiarità: avete un carattere aperto e siete curiosi? Scrivetelo. La soluzione dei problemi non vi spaventa? Segnalatelo. Sono quelle caratteristiche che aiutano il selezionatore a fare una prima scrematura dei candidati.

Inserite anche una vostra foto recente

Che sia una foto formale, frontale e con l'espressione sorridente. Evitate foto bizzarre: farete solo ridere chi le guarda e cestinare il vostro curriculum. Un mezzo busto tipo documento di identità va benissimo.

Per trovare lavoro bisogna sapere dove cercarlo...

Una volta realizzato un buon curriculum, ecco che il problema fondamentale è quello di capire a chi e come farlo arrivare. Oggi esistono molte più possibilità di inoltrare il nostro curriculum grazie allo sviluppo delle tante agenzie online che raggruppano offerte e ricerche di lavoro. Come primo passo quindi, il consiglio è quello di registrarsi ad alcune di queste agenzie online che danno l'opportunità, gratuitamente, di registrarsi e di inserire il proprio curriculum.

Alcune fra le più conosciute sono: Monster, infojob, Lavoratorio. Ma basta andare su un motore di ricerca e digitare le parole chiave "cercasi…" inserendo la qualifica lavorativa che state cercando, ed ecco che centinaia di link appariranno sul vostro monitor.

Scelte le piattaforme che propongono offerte di lavoro, procedete con l'iscrizione e inserite il vostro curriculum. In alcuni casi, vi sarà possibile creare un curriculum europeo che è un formato sempre più richiesto, in special modo se si tratta di aziende di medie e grandi dimensioni. La compilazione solitamente è facilitata da un tutorial che, passo passo, vi porta a realizzare il documento nel formato omologato per la Comunità Europea.

Completato anche questo step, sarà bene mettere in conto un poco del vostro tempo quotidiano da dedicare alla ricerca delle proposte di lavoro che possono essere aderenti alla vostra preparazione o alle vostre aspettative, tenendo però a mente di rispondere solo alle proposte che sono coerenti con i vostri studi ed esperienze. Inviare curriculum all'impazzata senza un minimo di criterio, non porterà alcun risultato se non quello di non ricevere alcuna attenzione e di conseguenza, verrete cestinati.

Il Responsabile risorse umane apprezzerà un curriculm ben redatto

Oltre alle agenzie online per il lavoro, è sempre valida la regola del passa parola. Fate sapere ad amici e conoscenti che cercate lavoro e che siete anche disposti ad accettare lavori diversi rispetto alle vostre aspettative. E' meglio trovarlo un lavoro piuttosto che stare a girarsi i pollici e poi, a volte, come si dice: "da cosa nasce cosa". Molto spesso, chi ha accettato incarichi di livello minore rispetto alla preparazione effettiva, è stato poi "scoperto" dal datore di lavoro e, conseguentemente, passato di livello o di mansione.

Contemporaneamente alle soluzioni fin qui elencate, potete iscrivervi all'ufficio di collocamento competente sul vostro territorio. Sono uffici presenti in ogni circoscrizione, che offrono diverse opportunità lavorative agli iscritti. Il metodo però è un poco più articolato, in quanto negli uffici di collocamento esistono le liste di anzianità e vengono presi in considerazione anche la situazione economica e lavorativa del nucleo familiare. Tentare, comunque, non nuoce.

Buona fortuna!

loading...
Emilia Urso Anfuso - Giornalista

Articolo letto 575 volte